Arthur's Legacy: ogni cotta, una ricetta diversa

Arthur’s Legacy è un progetto, nato e cresciuto all’interno del birrificio DE HOORN, adibito dal gruppo PALM – Belgian Craft Brewers – alla ricerca e sviluppo di nuove ricette e produzioni originali.

Si tratta a tutti gli effetti di un microbirrificio con un passato importante: rinasce infatti nel 2014 sulle ceneri di un vecchio birrificio, nato come locanda nel XVII secolo con Theodore Cornet, cui viene attribuita (e dedicata) la birra Cornet e la tecnica di maturazione in botti di rovere.

Una squadra di “Architetti” della Birra, dopo anni di studi e ricerche presso PALM, ha dato libero sfogo alla propria passione, creatività e conoscenza brassicola per dar vita a un progetto unico nel mondo della birra. Il progetto non poteva che essere dedicato ad Arthur Van Roy, mastro birraio e grande innovatore e visionario, divenuto famoso dopo la ricostruzione del birrificio De Hoorn, distrutto durante la prima guerra mondiale, per aver limitato la produzione alle birre ad alta fermentazione, per la sua convinzione che avessero da offrire di più – come varietà – rispetto alle Lager.

A guida del progetto Arthur’s Legacy, lavorano dunque quattro Beer-Architect e un Mastro Birraio.

Filip Sneppe Master of FruitsJan De Cock Master of WoodKoen Vannieuwenborgh Master of Herbs SpicesValerie Theeuwis Master of Hops

Per la sua particolare natura, il birrificio è strutturato per produrre fino ad un massimo di 10 ettolitri alla volta.

Ai mastri birrai questo non è però sufficiente: per questo motivo, dietro al progetto Arthur’s Legacy c’è una regola non scritta. Ogni ricetta deve essere limitata, dopodiché viene messa in un cassetto e si torna al lavoro, con nuove ricette e nuovi ingredienti. Dal 2014 a oggi, sono state prodotte 13 birre uniche e in edizione limitata.

Di seguito le ultime creazioni attualmente disponibili e in tiratura limitata.
N.B.: Data la particolare varietà e tipicità della produzione, questa pagina può essere soggetta ad aggiornamenti frequenti.

Belle Helene

Hopeless Ginny

White Widow