Steen Brugge Wit-Blanche

Le Origini

La storia della birra SteenBrugge inizia nel 1084, quando Arnoldus Van Tiegem fondò l’Abbazia di Oudenburg. Non era un bel periodo per l’Europa, l’acqua non era ancora pura e spesso era fonte di malattie di vario tipo. Per difendere i propri credenti da tali malattie, Arnoldus, iniziò a produrre birra all’interno dell’abbazia, e li invitò a sostituirla all’acqua. In tal modo in molti trovarono la salvezza durante il periodo della peste. Arnoldus divenne successivamente vescovo di Soisson e in seguito proclamato santo, diventando patrono dei produttori di birra della zona.

Nel 1934 i diritti dell’abbazia di Oudenburg passarono alla nuova Sint-Pietersabdij di Steenbrugge, che disponeva di un birrificio interno.

Ancora oggi la birra viene prodotta con la stessa antica ricetta originale, nella tradizione di Saint Arnoldus.

La Birra

La birra d’abbazia STEENBRUGGE Wit-Blanche è una birra di frumento prodotta con il 40% di frumento non sottoposto a maltaggio e con il 60% di malto. Questa birra presenta un gusto rinfrescante con un aroma fruttato e leggermente affumicato di lievito, abbinato alla sottile miscela di spezie di Brugge “Gruut”, con note di coriandolo e curaçao. È una birra ad alta fermentazione rifermentata in bottiglia.

Il segreto di questa birra, è in questa miscela speciale di spezie chiamata “Gruut”, prerogativa esclusiva di tutte le birre prodotte a Brugge fin dal medioevo, quando ogni produttore doveva andare ad acquistarla al Gruuthouse, la drogheria della città.

La SteenBrugge Wit-Blanche viene inoltre sottoposta a una seconda fermentazione in bottiglia. Durante l’imbottigliamento, viene aggiunto zucchero e lievito, che si trasformano in alcool e anidride carbonica in un’apposita “sala di rifermentazione”. Per questo le birre in bottiglia presentano un tasso alcolico leggermente superiore rispetto alla stessa birra in fusto.

Riconoscimenti

2011           World Beer Awards - Best Spiced Wheat Beer

 

Lascia il tuo commento

Commenti

  • Nessun commento trovato