Tradizionali Belghe

Torna a Craft Beers

 

Il Belgio, le tradizionali Gruut bier e la rifermentazione in bottiglia

Prima dell’introduzione del luppolo nella produzione della birra era uso utilizzare un assemblaggio di erbe e spezie per aggiungere sentori aromatici necessari ad attenuare l’acidità propria della bevanda. La birra come il vino si conservava per effetto di una ossidazione più o meno controllata che, a seconda dei casi, ne diminuiva o aumentava l’acidità. Ancora oggi la produzione del vino segue questi principi, ma il livello di acidità, controllato, risulta attenuato dalla maggiore gradazione alcolica.

Nella moderna produzione il cosiddetto ciclo chiuso consente la fermentazione e la maturazione in assenza di ossigeno per cui, persa la caratteristica acidità, il gruut mantiene solo la funzione caratterizzante della birra.

Le spezie più comuni sono: mirto, rosmarino, coriandolo, bacche di ginepro, cannella, anice, chiodi di garofano, salvia e alloro (grani del paradiso).

Famosa era la  Gruuthuse di Bruges  dove i birrifici del territorio andavano ad  acquistare  il  loro assemblaggio segreto di spezie  e con l’acquisto di queste onoravano anche la tassa di produzione della birra.

La seconda fermentazione in bottiglia è tipica delle produzioni belga. Si tratta in pratica di una aggiunta alla birra, prima del confezionamento, di zucchero e lievito che, rifermentando, assorbe l’ossigeno presente nel collo della bottiglia, garantendo alla birra una più lunga conservazione, ma anche incrementando leggermente l’acidità che le conferisce una certa dissetante freschezza.   

Quanto sin qui descritto è evidentemente in contrasto con il già citato editto della purezza, la strada seguita dalla cultura tedesca della birra, che vincola gli ingredienti nella produzione della birra. In Belgio è uso aggiungere nel primo mosto un altro ingrediente, il mais altre volte anche il riso. Viene aggiunto per diluire l’alto contenuto di proteine del malto. Una corretta lavorazione del mais e riso prevede che non vengano aggiunti tale quale al mosto ma solo dopo preventiva cottura (oltre i 90°) così da favorire la semplificazione degli amidi. Purtroppo nella produzione industriale, ovunque sia permesso l’uso di cereali non maltati, detta precottura non viene eseguita a scapito della perfetta digeribilità del prodotto finito.

Estaminet

Stile:  Belgian Prermium Pils

Fermentazione:  Bassa

Grado Alcolico:  5,2% vol.

Punto d'amaro21 IBU

Temp. di servizio:  5/6°

Il carattere fruttato caratteristico belga, trae origine dalla densità piena di una fermentazione prolungata delle materie prime codificate dal germanico Editto della Purezza, malto d'orzo e luppolo Saaz, a sua volta tipico della Pils della Boemia.   Una maturazione di 6 settimane completa questo quadro. Scopri di più su  Estaminet

 

Palm

Stile: Belgian Amber Ale

Fermentazione: Alta

Grado Alcolico: 5,2% vol.

Punto d'amaro: 18 IBU 

Temp. di servizio: 6/8°

Birra gustosa caratterizzata dagli speciali malti Palm che le conferiscono morbidezza. I selezionati lieviti Palm le conferiscono l'aroma fruttato, mentre la scelta dei luppoli aromatici del Kent offre la piacevole armonia complessiva. Rifermentata in bottiglia. Scopri di più su Palm

 

Palm Hop Select

Stile: Belgian Ale Dry Hopping

Fermentazione: Alta

Grado Alcolico: 6% vol.

Punto d'amaro: 33 IBU 

Temp. di servizio: 6/8° 

Birra complessa ma bilanciata che viene sotto posta a 3 fasi di luppolatura. La rifermentazione in bottiglia assicura inoltre una conservazione ottimale di tutti i profumi e gli aromi  Scopri di più su Palm Hop Select

Palm Royale 

StileBelgian Strong Ale

Fermentazione: Alta

Grado Alcolico7,5% vol.

Punto d'amaro17 IBU 

Temp. di servizio: 6/8°

Nasce nel 2003 per il 90° compleanno del mastro birraio e proprietario Alfred Van Roy. La scelta accurata dei lieviti e la rifermentazione in bottiglia ne fanno ua specialità da degustazione unica e molto particolare.  Scopri di più su Palm Royale

 

 

Cornet

StileStrong Ale maturata sul legno

Fermentazione: Alta

Grado Alcolico: 8,5% vol.

Punto d'amaro25 IBU 

Temp. di servizio: 7/9°

Il nome di questa birra nasce nel 1686 da Theodoor Cornet, locandire, distilaltore e produttore di birra della locanda DE HOORN a Steenhuffel. QUesta birra esclusiva veniva conservata in botti di rovere nelle cantine del castello di Diepensteyn.  Scopri di più su Cornet

 

Brugge Tripel

StileTripel

Fermentazione: Alta

Grado Alcolico8,7% vol.

Punto d'amaro28 IBU 

Temp. di servizio: 6/8°

La storica birra della città di Bruges, caratterizzata dalla miscela di spezie gruut che arricchiscono il gusto e l'aroma; viene rifermentata in bottiglia. Brugge Tripel, una vera birra da collezione.  Scopri di più su  Brugge Tripel