Berliner Kindl Pils

Torna a Classiche Bassa Fermantazione

CARATTERISTICHE

Luogo d’origine: BERLINO

Stile: PILS

Fermentazione: BASSA

Grado alcolico: 4,8% vol.

Grado sacc.: 11,25°

Punto d’amaro: 25 IBU

Temp. di servizio: 7/9°

Saturazione: 4,9 g. CO2/l

 

UN BOCCALE SIMBOLO DI BERLINO
Il 1° febbraio 1872 a Rixdorf, alle porte di Berlino, venne fondata, su iniziativa di settesoci, l’unione degli “osti” di Berlino con un capitale iniziale di 1 milione di Talleri prussiani. Il rapido sviluppo della città, offrì una fantastica prospettiva economica. Intanto alla fine del secolo, si decise di iniziare la produzione di una birra a bassa fermentazione con il luppolo Saaz; così, con il nome Berliner Kindl – bambino di Berlino – si realizzò una delle prime storiche Pils prodotte in Germania. Nel 1907 la Berliner Kindl assunse l’immagine del “biondo bambino nel boccale di terracotta” che ancora oggi contraddistingue la marca. Berliner Kindl Pils è la grande marca della tradizione Berlinese e appartiene alla città come la sua storia, l’arte, la cultura e l’autentico modo di essere berlinese.


PER GUSTARE IL PIACERE VERO
Una birra bionda dal gusto pulito, piacevole, prodotta secondo l’Editto della Purezza del 1516 solo con acqua, malto e luppolo.


DESCRIZIONE E ABBINAMENTI
Bionda giallo oro. Schiuma bianca, fine e persistente.
Aroma di timo, salvia, menta piperita, fiori di campo, lieviti freschi, finocchio selvatico, note di luppolo, scorza di limone, spezie, pepe bianco.
Gusto amaro e strutturato, luppolato, di notevole freschezza e di buon corpo. Buona persistenza e note   di amaro finali.
Ottima con piatti tendenti al grasso, ossobuco, trippa, formaggi freschi e grassi. Ideale con vellutate a base di verdure, pizze alle verdure o ai formaggi.

 

Scopri di più sulle altre birre a bassa fermentazione: RadebergerJeverKronenBrinkhoffDAB CrudaBerliner Kindl LagerBerliner Kindl PilsnerAltenmünster 1544Altenmünster ExportDortmunder UnionHenninger LagerDamm Estrella BarcelonaDamm - Voll Damm

Lascia il tuo commento

Commenti

  • Nessun commento trovato