Classiche ad Alta Fermentazione

Torna a Classiche

 

Il modo più antico di fare la birra, così come lievitava il pane, così fermentava la birra. Unica differenza la prevalenza di acqua rispetto ai cereali. Si ritiene che la bevanda avesse un contenuto alcolico ridotto e fosse consumato come una sorta di pane liquido. Sicuramente più densa, non filtrata, era una bevanda dalla garantita potabilità a seguito della cotta del mosto. Assolveva quindi a due compiti, nutrire e dissetare. Solo in epoca più recente la birra è diventata la bevanda alcolica, con forti connotati socializzanti, che oggi conosciamo.

Non esiste una specifica datazione della nascita dei diversi stili perché era la maniera naturale di fermentare la birra. Gli stili più conosciuti sono:

La Weizen e la Weissbier, come viene detta in Baviera. Una birra con malto d’orzo e malto di frumento, dai sentori fruttati, una birra particolarmente rinfrescante. Si declina in vari modi: Kristall, se filtrata; Hefe, se non filtrata; Dunkel, se scura.

La Berliner Weisse, birra tipica, acida, a bassa gradazione, tipica della città di Berlino. I primi scritti che ne parlano risalgono al 1642. Prodotta con malto d’orzo e frumento deve la sua acidità al particolare lievito utilizzato, viene bevuta solitamente con l’aggiunta di sciroppi.

Kölsch, lo stile prende nome dal dialetto che si parla nella città a Colonia (l’unico dialetto che si beve). Le prime produzioni di cui si ha notizia risalgono all’anno 842. Solo la birra prodotta in questa città può prendere il nome di questo stile (Kölsch Konvention, 6 marzo 1986). È una birra chiara.

La Alt, era la birra più consumata nella Renania sino al tardo 19° secolo. Oggi è la birra tipica della città di Düsseldorf. Il nome sta per "vecchio" - "antico" per significare una birra fatta come si faceva una volta. È una birra rossa.

A Dortmund Wilhelm von Hovel’s produceva, come uso nel tempo, una Alt Bier. Nel 1854 la sua birra, per le particolari caratteristiche, prese il nome distintivo di Bitter Bier. Questa birra si produce ancora oggi nello stesso luogo con la ricetta originale. La si può consumare direttamente nella annessa Bierstube.

 

Schöfferhofer Hefeweizen

StileHefeweizen

FermentazioneAlta

Grado Alcolico5% vol.

Punto d'amaro: 20 IBU

Temp. di servizio: 7/9°

Si contraddistingue per una grande intensità di corpo ed una limitata acidità che la pone ai vertici del consumo in Germania. Scopri di più su Schöfferhofer Hefeweizen 

 

Gilden Kölsch

Stile: Kölsch

Fermentazione: Alta

Grado Alcolico: 4,8% vol.

Punto d'amaro: 22 IBU 

Temp. di servizio: 6/8°

Birra prodotta con malto d'orzo chiaro utilizando la tradizionale fermentazione alta, altentica rarità per le birre chiare, prodotte principalmente con il sistema della fermentazione bassa. Questa particolarutà fornisce alal birra una particolare morbidezza nel gusto con uan tipica nota aromatica. Scopri di più su Gilden Kölsch

 

Hövels Bitterbier

Stile: Bitter

Fermentazione: Alta

Grado Alcolico: 5,5% vol.

Punto d'amaro: 31 IBU 

Temp. di servizio: 6/8°    

Il richiamo allo stile inglese è quello che meglio si addice a questa birra per colore e bouquet, ma con la personalità tipica dei selezionati ingrdienti della tradizione di Dortmund. Scopri di più su Hövels Bitterbier 

 

 

Oberdorfer Weissbier

StileWeizen

Fermentazione: Alta

Grado Alcolico5% vol.

Punto d'amaro14 IBU 

Temp. di servizio: 6/8°

Prodotta secondo il tipico stile delle Hefeweizen, è una bira fruttata nella'aroma e nel gusto. Una tedesca speciale che fa brindare tutto il mondo. Scopri di più su Oberdorfer Weissbier  

 

 

Inedit

Stile: Blanche

Fermentazione: Alta

Grado Alcolico: 4,8% vol.

Punto d'amaro: 21 IBU 

Tempdi servizio: 6/8°

La birra creata da Ferran Adrià, chef acclamato in tutto il mondo, da Kuli Soler e dai Sommelier Ferran Centeller e David Seijas di el Bulli. Il ristorante più esclusivo del mondo, in collaborazione con i mastri birrai di Estrella Damm. Scopri di più su Inedit